VICTORINOX E L’OROLOGERIA

Quanti di voi conoscono l’azienda Victorinox? Sono sicuro che la risposta a questa domanda sia positiva almeno nel 99% dei casi. Si, perchè stiamo parlando di un’azienda storica, fondata nel 1884 da Karl Elsener, famosa soprattutto per la produzione di coltelli.

Quando si parla dei famosi “coltellini svizzeri” non si può non pensare a Victorinox, leader mondiale nella creazione di multitools utilizzati per i più svariati impieghi, da quelli militari a quelli casalinghi.

Ovviamente la sua fama sta nell’altissima qualità dei suoi prodotti; nel design iconico del suo pezzo di punta, il famoso coltellino svizzero multiuso dal colore rosso.

Nonostante la sua storia antica, la produzione di orologi viene implementata solo circa cento anni dopo, nel 1989 e migliorata a partire dal 2005 con l’acquisizione di Wenger SA a Delémont. Dal 2016, quello dell’orologeria diventerà un punto fermo di Victorinox con la costruzione del Watch Competence Center a Delémont.

Seppur la sua fama nel campo dei segnatempo non sia altissima, la reputazione di azienda attenta alla qualità dei suoi prodotti viene sempre rispettata dando alla luce dei pezzi a mio avviso interessanti.

Quello oggetto di questo articolo è il modello Alliance Mechanical.

CARATTERISTICHE

Victorinox Alliance

Il design è quello di un dress-watch dalla cassa in acciaio completamente lucida, senza particolari lavorazioni di rilievo; tuttavia, il suo aspetto conferisce all’insieme un buon senso di robustezza complessivo sui suoi 40 mm di diametro per 9,80 mm di spessore.

Victorinox Alliance

La corona a ore 3 si presenta solo a pressione ma è una caratteristica che può starci su un orologio di questa categoria; la sua impermeabilità è dichiarata in 100 metri, questo grazie anche al fondello avvitato con l’apertura di un oblò che lascia vedere il movimento.

Il vetro montato su questo orologio, incorporato su una lunetta bombata lucida, è zaffiro a triplo strato con trattamento antiriflesso, caratteristica che rende il quadrante altamente leggibile.

Victorinox Alliance

A completare l’orologio ci pensa un cinturino in pelle nera, disponibile sui quadranti argento con indici acciaio e nero con indici acciaio. La fibbia è ad ardiglione sulla quale spicca lo scudo del logo inciso.

Altre due versioni contemplano un bracciale in acciaio, una con quadrante argento e indici dorati, colore presente anche sui dettagli del bracciale; l’altra versione invece con quadrante nero e bracciale in acciaio. Su queste ultime due varianti la chiusura è a farfalla.

QUADRANTE DELL’ALLIANCE

Victorinox Alliance

Il quadrante è forse l’elemento più caratteristico e ricco di dettagli. Con la sua finitura grené, si sviluppa su due livelli, regalando così una certa tridimensionalità. Sull’anello più esterno troviamo un giro delle ore fatto d’indici applicati e sfaccettati con i soli numeri arabi a ore 3 e 9; a ore 12 l’indice è sostituito dal logo Victorinox e forse questa è la parte che meno mi attrae e trovo che sia un po’ invadente.

Sul cerchio interno invece troviamo il nome del marchio stampato a ore 12 e la scritta automatic a ore 6; sempre a ore 6 ma sovrapposta fra i due anelli è presente un’apertura data con cornice argentata su fondo bianco, altro dettaglio che non mi fa impazzire di gioia anche se posso capire la scelta pensando che la finitura grené si sarebbe interrotta lo stesso con il fondo nero della data.

Al centro, le sfere di ore e minuti sono a losanga con SuperLuminova, materiale luminescente presente anche sui punti presenti sul rehaut a intervalli di cinque minuti.

IL MOVIMENTO

Essendo un marchio svizzero, Victorinox movimenta questo orologio con un calibro ETA 2892.

Questo movimento, insieme al 2824 è uno dei più diffusi in orologeria; soprattutto è la base di molti altri movimenti sui quali si inseriscono diversi moduli aggiuntivi per dar vita ad alcune complicazioni (per esempio il GMT chiamando il calibro 2893).

Al suo interno possiamo contare 21 rubini e muovendosi con 28.800 alternanze orarie garantisce una riserva di carica di circa 42 ore.

Per tutti, il fratello maggiore del classico e più basico 2824, il movimento 2892 è montato solitamente su orologi di livello leggermente superiore in quanto considerato un calibro qualitativamente migliore rispetto al suo “fratello minore”.

CONCLUSIONI

Posso sicuramente affermare che il marchio Victorinox sia tanto sottovalutato nel mondo dell’orologeria, forse perchè troppo schiavo della sua fama nel settore dei coltelli.

La qualità costruttiva è senza dubbio di alto livello; si rispetta la tradizione qualitativa di un’azienda che ha saputo fare dell’acciaio il proprio punto di forza.

Se inoltre consideriamo il movimento all’interno di quest’orologio, l’ETA 2892, e il prezzo al quale è venduto, tra 600 euro e 700 euro a seconda della versione, possiamo senza dubbio affermare che ci troviamo di fronte a un pezzo da avere in collezione.

Probabilmente il marchio non ha l’appeal che merita. Sicuramente ci sono dettagli che secondo me andrebbero rivisti, come il logo a ore 12 in sostituzione dell’indice; tuttavia, credo che si tratti di un orologio da valutare attentamente e tenere in stretta considerazione.

Online è facile, inoltre, trovare dei prezzi che per la qualità costruttiva e tecnica offerta, rispecchiano senza dubbio il valore di un orologio che potrebbe ambire a cifre leggermente più importanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>