L’AZIENDA E LA SUA FILOSOFIA

“Incompleto”, questo significa in italiano “Undone”. Oltre al significato letterale della parola, questo termine indica il nome di un’azienda, un microbrand per l’esattezza, specializzato nella realizzazione di orologi, meccanici e al quarzo, con sede a Hong Kong.

Il marchio è nato nel 2014 per mano del suo fondatore Michael Young ma a dispetto della giovane età, lo staff che lo compone è formato da veterani dell’industria orologiera; composta inizialmente di soli tre membri, adesso può contare sul supporto di una squadra di circa trenta persone. 

Come accade spesso nei microbrand, tutto parte con una raccolta fondi su piattaforme di crowdfunding ma ciò che ha fatto crescere l’azienda è stata una campagna mediatica sui social network davvero interessante che, al momento in cui queste righe vengono scritte, può contare su un bacino di followers di circa 60.000 su Facebook e 100.000 su instagram.

Possiamo considerarlo come un marchio facente parte dei fashion watches? Si, con una particolarità però; la caratteristica di questo marchio è la vastissima capacità di personalizzazione degli orologi.

LA MISSION AZIENDALE

Tutto è personalizzabile, colore della cassa, quadrante, lunetta, sfere, fondello e cinturino. Questo è possibile grazie a un approccio digitale di alto livello che consente all’acquirente di essere accompagnato nel migliore dei modi nell’acquisto del proprio segnatempo personalizzato. Il cliente è sempre al centro dell’esperienza d’acquisto e coinvolto personalmente nella realizzazione dell’orologio.

La filosofia aziendale è quella di riuscire a offrire dei segnatempo unici, personalizzati, di qualità ma a un prezzo ragionevole. Non a caso si chiama Undone, perchè è il cliente che deve completare l’opera.

Il risultato di questa filosofia si concretizza con la vendita nel mondo di circa 60.000 orologi divisi in quattro collezioni: Urban, Urban 34, Basecamp, Aqua.

Il prodotto di cui parleremo in questo articolo fa parte della linea Urban (uscita nel 2016 e che raccolse su Kickstarter la cifra di 1.960.430$), lo Urban Vintage Killy, un orologio dallo stile retrò ma dall’animo sportivo.

IL PROCESSO DI CUSTOMIZZAZIONE

È la colonna portante dell’esperienza di acquisto del cliente. Il processo di customizzazione si svolge attraverso un ambiente virtuale che consente di scegliere le migliori opzioni per la realizzazione del proprio orologio.

Per lo Urban Vintage Killy che andremo a descrivere sono stati personalizzati il quadrante, le sfere, il cinturino e il fondello; è possibile modificare anche la cassa.

Qui di seguito è spiegato l’intero processo che ha portato alla realizzazione dell’orologio customizzato.

Si parte con la scelta del quadrante, che in questo caso ho lasciato di default, per poi passare alla personalizzazione dello stesso attraverso una stampa, grazie alla quale ho fatto scrivere le iniziali delle persone mie più care.

Al centro del processo c’è la scelta del movimento, che non è possibile cambiare in questo caso (cosa che avviene con altri orologi); si giunge quindi alla scelta del colore della cassa disponibile in quattro varianti: acciaio di default, PVD nero, oro giallo o rosa.

Arrivati alla fine si può scegliere di modificare le sfere principali, che in questo caso sono state modificate con delle lancette a bastone e la sfera dei secondi cronografici, trasformata anch’essa nel colore rosso.

Gli step finali riguardano la modifica del cinturino, disponibile in diversi varianti e colori e la scelta del fondello, disponibile in vetro minerale al quale si può decidere di aggiungere una foto oppure chiuso, in acciaio, al quale si può decidere di fare incidere una frase; io ho optato per la seconda.

Inoltre, l’azienda permette, una volta completato l’ordine, di poter scegliere se applicare un proprio logo all’interno del quadrante con una spesa aggiuntiva di 85$ (circa 75€ al cambio odierno).

Ecco che siamo arrivati alla realizzazione del nostro Urban Vintage Killy come pezzo unico.

URBAN VINTAGE KILLY

Il nome di questo orologio, così come il suo stile vintage, molto probabilmente si ispira al Rolex Dato Compax che indossava Jean-Claude Killy, ex sciatore, attore cinematografico e pilota automobilistico francese.

Ovviamente stiamo parlando di un modello totalmente diverso ma prende spunto su alcuni dettagli dallo stile vintage, come il colore del dial, il colore delle sfere, i pulsanti cronografici.

Rolex a cui si ispira Urban Vintage Killy

LA CASSA

cassa Urban Vintage Killy

Partiamo subito con l’evidenziare quali sono le misure di questo Urban Vintage Killy 40mm di diametro, 12,1mm di spessore, lug to lug di 47,7mm e distanza delle anse di 20mm. La cassa si presenta in acciaio con diverse lavorazioni; esattamente possiamo affermare che si compone di tre parti, la carrure nella parte centrale con una spazzolatura verticale che si estende da ansa ad ansa. Queste ultime sono molto squadrate e dritte con un taglio obliquo e una sorta di uncino nella parte finale; hanno una bisellatura lucida sulla parte superiore e sporgono dalla carrure in maniera vistosa; sono abbastanza lunghe. Le altre due parti della cassa, lunetta e fondello, hanno una lavorazione lucida.

Parlando della lunetta, si può affermare che sia bombata con una particolare forma che dona l’aspetto di due cerchi, uno sopra l’altro. Al suo interno troviamo il vetro minerale con trattamento indurente K1, leggermente bombato; questa bombatura tuttavia non consente una facile lettura del quadrante quando l’orologio è inclinato in quanto i numeri delle ore sembrano presentarsi come distorti.

cassa Urban Vintage Killy

Trovo invece molto interessanti i pulsanti cronografici a pompa, cosa che a mio parere personale apprezzo tanto, nonostante siano abbastanza sporgenti. La corona è a pressione dalle dimensioni abbastanza generose, grossa quasi quanto quella degli autentici flieger watches; molte ben fatta, presenta il logo di Undone inciso al centro e restituisce un bel feeling nella regolazione dell’ora.

corona Urban Vintage Killy

LA PERSONALIZZAZIONE DEL FONDELLO

Il fondello è anch’esso a pressione e può essere in vetro minerale a mostrare il movimento (anche se non la trovo un’opzione interessante perchè non c’è nulla da guardare su un movimento al quarzo) oppure in acciaio, come in questo caso, al quale è possibile applicare un’incisione, cosa che ho fatto per la realizzazione di questo articolo; l’incisione in questione è di una frase dallo spirito positivo “Enjoy the life”.

L’impermeabilità dichiarata è di appena 30 metri, quanto basta per proteggere l’orologio dagli schizzi superficiali.

fondello Urban Vintage Killy

IL CINTURINO

Questo è uno dei componenti maggiormente personalizzabili. Disponibile in diversi colori e varianti: racing, in tessuto, in pelle dallo stile classico, in alligatore, in cordura e in pelle vintage (come nel nostro caso).

La pelle utilizzata è di vitello e posso affermare senza dubbio che è davvero morbidissima.

cinturino Urban Vintage Killy

il cinturino in dotazione per questa recensione è in pelle, grigio scuro con impunture dello stesso colore del quadrante. Si capisce subito che è di ottima qualità e consente lo sgancio rapido. La fibbia è ad ardiglione in acciaio spazzolato con l’incisione del marchio Undone. Su quest’ultimo dettaglio vorrei esprimere una mia perplessità in quanto questa fibbia mi sembra abbastanza economica e standard, utilizzando una parola, direi senza dubbio cheap.

fibbia Urban Vintage Killy

IL QUADRANTE

quadrante Urban Vintage Killy

Il dial è una sezione interessante di questo segnatempo. Il quadrante scelto è quello di default, di un bianco tendente crema, antichizzato e che secondo me è il più indicato a dare quell’aspetto vintage che il suo nome suggerisce (anche la versione Tuxedo non è niente male).

Troviamo sulla parte esterna ben 3 scale; dalla più lontana, quella tachimetrica a quelle telemetrica e dei minuti man mano che ci avviciniamo verso il centro. 

quadrante Urban Vintage Killy

Molto interessante il font utilizzato per i numeri arabi, hanno l’aspetto di quei caratteri che rimandano alle serate da ballo degli anni Trenta e Quaranta.

All’interno del dial ci sono due contatori, a ore 12 quello dei minuti cronografici mentre a ore 6 quello dei secondi continui.

Particolare la scelta di Undone di mettere il proprio logo a ore 6 sulla scala tachimetrica, dettaglio dettato dalla possibilità di poter stampare ciò che si vuole sul quadrante; nel mio caso ho scelto le iniziali delle persone a me più care.

Passiamo alle sfere infine. Quelle di default sono a losanga di un blu quasi cangiante; quelle invece scelte da me, per mostrare al pubblico un’opzione diversa, sono a bastone con inserto in materiale luminescente. Ho stravolto in questo caso lo stile vintage, lo so, ma mi sono divertito con la personalizzazione. Anche per la sfera dei secondi ho apportato una modifica nella scelta del colore, in questo caso il rosso; non mi sono spinto oltre per non distorcere il design dell’orologio ma avrei potuto scegliere una sfera lollipop.

Il particolare della lancetta dei minuti cronografici è il movimento che richiama quello tipico degli orologi automatici, ovvero continuo e fluido.

quadrante Urban Vintage Killy

LA SCATOLA

Davvero molto bella la scatola che contiene l’orologio. Si presenta in tessuto denim con una clip in pelle per la chiusura. Al centro troviamo applicato un forglio in cui si descrivono le informazioni basilari e la data in cui il prodotto viene spedito. Una confezione molto bella e di qualità.

IL MOVIMENTO DELLO URBAN VINTAGE KILLY

A muovere le sfere di questo orologio ci pensa un movimento meca-quarz (o mecha-quartz che dir si voglia) di Seiko, il VK61. è un movimento ibrido che utilizza il quarzo per le sfere principali e relega la funzione cronografica a una componente meccanica, seppur avviata dal quarzo. Infatti l’orologio necessita comunque della pila per funzionare.

Un movimento tuttavia interessante per la funzione cronografica in quanto permette alla sfera dei secondi crono di muoversi come quella di un automatico e soprattutto per la sua caratteristica “flyback” che consente di resettare la lancetta e portarla alla posizione zero immediatamente e senza dover necessariamente stoppare il cronografo. 

Solitamente nei cronografi standard l’azzeramento della sfera avviene completando l’intero giro del quadrante.

Una cosa che avrei preferito essere presente su questo orologio è la finestra data in quanto il movimento in questione consente appunto questa possibilità. Una mancanza che avrebbe dato beneficio all’orologio nel complesso; infatti la corona presenta le canoniche due posizioni di regolazione nonostante la mancanza della data.

CONCLUSIONI

Mi piacciono molto i marchi giovani e che mettono impegno nella realizzazione dei propri orologi e in questo caso Undone ha fatto un lavoro eccellente nonostante qualche punto di miglioramento.

La qualità di questo Urban Vintage Killy si percepisce subito, dalla cassa al cinturino; tuttavia qualche piccolo miglioramento è ancora possibile anche aumentando leggermente il prezzo che attualmente è di 261€.

Avrei preferito un vetro con doppia bombatura per evitare l’effetto distorsione che si ha leggendo il quadrante lateralmente, avrei senza dubbio migliorato la fibbia scegliendone una dalla maggiore percezione qualitativa e per finire, avrei sicuramente inserito una finestra data sul quadrante o comunque lo avrei fatto scegliere come una possibile opzione di personalizzazione.

Questo cronografo è perfetto come everyday watch perchè affianca il design vintage allo stile moderno mettendo d’accordo diversi  generi di utilizzatori.

Anche il prezzo trovo che sia in linea con quanto offerto; è possibile acquistare questo segnatempo sul sito di Undone avvalendosi della personalizzazione oppure QUI su Amazon, scegliendo la versione di default.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>