CHE MARCHIO E’ PERRELET?

Inutile sottolineare l’età di questo marchio, fondato da Abraham-Louis Perrelet, genio nato nel 1729 a Neuchâtel e che contribuì in maniera dirompente allo sviluppo d’innovazioni nel campo dell’orologeria, a partire dal primo movimento automatico del 1977.

La tradizione di famiglia continua con il nipote Louis-Frédéric Perrelet che nel 1827 brevettò il meccanismo rattrapante; il meccanismo è utilizzato nei cronografi per la misurazione di tempi di eventi che iniziano nello stesso istante ma che finiscono in momenti diversi.

Nel corso degli anni, da realtà di orologiai indipendenti, il marchio Perrelet divenne presto Maison apprezzata nel campo dell’orologeria di manifattura; infatti, può contare su innovazioni di primo livello, come il calibro automatico a doppio rotore nato nel 1995.

Questo tipo di calibro serve come ispirazione, dopo l’acquisizione del marchio da parte del Gruppo Festina nel 2004, per la creazione di un orologio che prende il nome di “Turbine”; ovvero una massa oscillante posta direttamente sulla sfera a fungere da doppio rotore che regala anche un gioco quasi psichedelico di movimento.

Arrivando al 2012, la Maison realizza quello che viene considerato il suo primo movimento di manifattura, il calibro P-321. Coltivando il know-how appreso durante gli anni, la manifattura si arricchisce di nuovi calibri, complicazioni, tourbillon e caratteristiche che hanno reso sempre più indipendente il marchio. Dal 2019 in poi, alcuni dei segnatempo facenti parte della collezione Turbine, possono fregiarsi anche del titolo di cronometro certificato COSC.

Turbine Camo

Ad arricchire la serie, è stato introdotto quest’anno un nuovo orologio, il Turbine Camo in edizione limitata di 100 pezzi.

Questo articolo parlerà proprio di questo orologio che, seppur camouflage, di certo non passa inosservato.

TURBINE CAMO: CARATTERISTICHE

Turbine Camo

Possiamo senza dubbio dire che si tratta di un orologio unico nel suo genere; contraddistinto da una cassa tonda da 44 mm di diametro e 13,30 mm di spessore, in acciaio inossidabile con trattamento al PVD nero. Molto particolare la carrure, con delle scanalature verticali, che incontra a ore 3 la corona integrata; la sua impermeabilità dichiarata è di 5 atmosfere. Si conclude con le tre anse che abbracciano un cinturino in caucciù con motivo camouflage e fibbia in acciaio trattata al PVD nero, arricchita dall’incisione del logo della Maison.

Il vetro zaffiro con trattamento antiriflesso è incluso sia nella parte superiore che come dotazione del fondello, avvitato con ben sei viti, sul quale sono incise le varie indicazioni dell’orologio, tra cui il numero individuale dell’edizione limitata.

Turbine Camo

Nonostante i dettagli di rilievo dell’orologio, ciò che lo rende davvero particolare è il quadrante.

IL QUADRANTE

Quelle che saltano subito all’occhio, è inutile negarlo, sono le 10 pale della Turbine realizzate in alluminio con trattamento PVD nero, un materiale leggero che, unitamente a 5 contrappesi in tungsteno, permette alle stesse di girare velocemente e di farle ritornare nella sua originale posizione di partenza.

Turbine Camo

Queste pale, ruotando grazie al movimento del polso, svelano un sotto quadrante a tema camouflage che fa pendant con il cinturino; la combinazione di colori utilizzati per la texture camo sono quelli del verde chiaro, verde oliva, beige e marrone.

Posto su un secondo livello, troviamo il rehaut che mostra un giro delle ore fatto di numeri arabi e indici alternati e, sulla parte più esterna, una scala dei minuti con anche l’indicazione delle ore serali (numeri da 13 a 24) a intervalli di cinque minuti. Le sfere dalla forma proprietaria di Perrelet, così come numeri e indici, sono riempiti di materiale luminescente SuperLuminova. Vezzo estetico che dona una nota di colore è rappresentato dal rosso della sfera dei secondi.

IL MOVIMENTO

Ad animare il Tourbine Camo è un movimento di manifattura Perrelet P-331. Un movimento a carica automatica con la tecnologia Turbine, ovvero la presenza di un doppio rotore sulla sfera centrale.

Il calibro in questione è dotato di 25 rubini e si muove a 28.800 alternanze orarie con una riserva di carica di 42 ore circa e funzioni di ora, minuti e secondi al centro.

Dal punto di vista estetico, si può notare la finitura di una massa oscillante rodiata e traforata con il logo Perrelet in bella mostra.

CONCLUSIONI

Di certo stiamo parlando di un pezzo di orologeria dall’aspetto vistoso, non adatto a chi vuole passare inosservato perchè le fattezze estetiche smentiscono il suo nome Turbine Camo.

Parliamo di un orologio di nicchia, questa evidenziata oltre che dalla disponibilità limitata di soli 100 esemplari, dalla non comune capacità di essere indossato. Perrelet, con questo segnatempo, ha voluto esaltare uno stile contemporaneo ma soprattutto dinamico, targettizzando un pubblico che ama la moda casual e disposta a spendere 4.780 euro per un pezzo di indiscussa esclusività.

Certo, è un orologio che può piacere come no ma va interpretato come un prodotto che esalta l’aspetto ludico dato dalla rotazione delle pale e che non rinuncia all’alta orologeria del suo movimento di manifattura, strizzando l’occhio al casual contemporaneo.

Turbine Camo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>