ANALIZZIAMO ANCORA UNA VOLTA LA CATEGORIA

Avevo già scritto del mondo dei microbrands in un precedente articolo dal titolo “Microbrands: stelle o meteore?” e vorrei continuare la “saga” di questo universo descrivendo alcuni tra quelli che secondo me offrono una qualità di buon livello e sono destinati a proseguire nel loro percorso aziendale (ma ovviamente è solo un mio parere personale).

Come dicevo precedentemente, il mondo dei microbrands è davvero vastissimo ed è molto difficile riuscire a concentrare tutto in un unico articolo; quindi ecco che ne descriverò alcuni qui di seguito, lasciando lo spazio per futuri articoli.

MONDO DEI MICROBRANDS IN ITALIA

GRUPPO ARDITO WATCHES – GAW

Gruppo nato ad Alessandria nel 2016, un laboratorio artigianale che produce orologi durevoli, di qualità, robusti e affidabili. Ispirati dallo stile militare e subacqueo, i loro segnatempo si caratterizzano per le dimensioni generose delle casse, tipiche degli orologi da sub, e per le caratteristiche tecniche di alto livello qualitativo. 

L’azienda nasce dalla passione dei suoi soci per l’orologeria e per la provenienza di questi dal mondo dell’ingegneria meccanica e della micromeccanica applicata all’orologeria. Il fiore all’occhiello dell’azienda è l’origine di tutti i componenti italiana, a eccezione del movimento svizzero (GAW001 SU BASE eta 2824-2).

L’esaltazione della propria italianità e il ricordo degli Arditi e dei reparti di assaltatori e d’incursori italiani, hanno reso possibile la nascita di questa azienda e la produzione dei loro orologi, fatti per durare nel tempo e dall’aspetto robusto e indistruttibile.

A oggi la collezione si compone di quattro orologi: Numero Zero, Numero Uno, Kraken e Dandy; tutti rigorosamente meccanici con movimento svizzero e dalle incredibili capacità d’immersione (il Kraken arriva addirittura a 9.500 metri). I loro prezzi oscillano dai 1.300€ a poco più di 2.500€

VERTIGO WATCHES

Azienda di Anzio, in provincia di Roma, nata nel 2013 da un’idea del fondatore Andrea Crognale. L’idea alla base è quella di offrire dei buoni prodotti, affidabili ma accessibili a tutti. L’azienda ha già all’attivo alcuni modelli di orologi che spaziano dai quarzi giapponesi (mecha-quartz) ai meccanici, solitamente NH35 ma anche un Seagull ST1901 crono. 

I suoi modelli comprendono un range discreto di tipologie, dai cronografi, ai diver, ai vintage diver e anche la qualità sembra essere buona, soprattutto se si considera che i prezzi oscillano dai 190€ dei quarzi ai 300€/450€ dei meccanici.

OROLOGI CALAMAI

Chiara ispirazione aeronautica per gli Orologi Calamai, azienda di Fiesole, in provincia di firenze. Tutti i loro orologi sono realizzati fondendo l’acciaio della turbina di un F104 Starfighter dell’Aeronautica Militare Italiana e montano movimenti meccanici svizzeri, per lo più Sellita ma in passato anche qualche 7750 Valjoux.

L’azienda produce anche uno speciale cronografo realizzato in esclusiva per il personale “Ruolo Naviganti” dell’Aeronautica Militare Italiana.

La loro collezione si compone attualmente di due modelli, il G50 in due colorazioni e il MKIII in due colori, con prezzi che vanno dai 1.250€ ai 2.450€.

Un marchio per appassionati del volo e dell’aeronautica in generale.

MONDO DEI MICROBRANDS IN EUROPA

CREPAS

Il marchio è un acronimo che sta per “Compañía Relojera Especializada para Actividades Subacuáticas”. E’ un’azienda spagnola che ha fatto dei diver e del mondo subacqueo la propria vocazione; realizzano prodotti professionali per le immersioni con resistenze all’impermeabilità notevoli.

I movimenti dei loro orologi sono meccanici, prevalentemente base ETA. 

Come da vero e proprio microbrand, non mancano le campagne di raccolta fondi su Kickstarter e i prezzi dei loro orologi si aggirano intorno ai 790€; considerando che i movimenti utilizzati sono di livello Top grade, posso affermare che il prezzo è molto corretto.

HAMTUN WATCHES

Azienda fondata nel 2015 a Southampton, nel Regno Unito. Anche questa riesce a entrare nel mercato dell’orologeria grazie a una campagna su kickstarter nel 2018, dando vita al loro primo modello H1, che nei trenta giorni di pre-ordini ha raccolto la cifra di 220.000 sterline.

I movimenti utilizzati nei propri orologi sono NH35 e Sellita con ovvie differenze di prezzo di vendita. Tuttavia i loro prezzi sono davvero accessibili (circa 500€ per un orologio con movimento svizzero sellita).

La loro attuale collezione si compone di tre orologi, Nanok e Kraken, e uno in preordine, il Phantom, un diver con movimento NH35.

BIATEC WATCHES

Marchio nato in Slovacchia, il nome si ispira a un re raffigurato su una moneta ai tempi dei Celti, coniata in quella che oggi è l’attuale capitale della Slovacchia, Bratislava. Il loro motto infatti guarda in due direzioni: “Ispirati dal passato, guidati dal futuro”.

Le loro linee sono tre (più una limited edition): Earth, Air e Water. La prima, prettamente Heritage, si compone di segnatempo eleganti, dei dress-watches solo tempo alimentati da movimento Eterna 3901; la linea Air è rappresentata da flieger watches dai caratteristici corona grande e triangolo a ore 12 con i due punti, anch’essi spinti da movimento Eterna 3901 e anche dal 3902; per finire, la linea Water è fatta di diver watches dalla impermeabilità di 300 metri e movimentati grazie a un Sellita SW200 grado premium. I loro prezzi vanno dai 1.100€ circa ai 1.250€ circa.

DWISS WATCHES

Azienda della tradizionale Svizzera, fondata nel 2011 a Lugano, è pioniera nell’utilizzo di materiali innovativi; nel 2012 realizzò il primo orologio al Niobio, un metallo non abituale nell’industria dell’orologeria.

I suoi segnatempo nel corso degli anni, hanno ricevuto diversi premi per quanto riguarda il design; sicuramente particolari sono i suoi quadranti, non convenzionali. La qualità è di alto livello e alla base dei loro movimenti ci sono gli ETA 2824 con finuture elaboré o TOP Grade. 

Possono contare nella loro collezione pure su un modello Tourbillon basato su un calibro 8950 di Concepto Watch Factory, azienda svizzera con sede a La Chaux-de-Fonds.

I loro prezzi si muovono tra i 900€ e i 1700€, a eccezione dei tourbillon dal costo di circa 14.900€.

MONDO DEI MICROBRANDS FUORI UE

ARAGON

Marchio con sede a deerfield beach in Florida, nasce nel 1991 ma ancora a distanza di anni fa parte di questo mondo dei microbrands. Come Biatec utilizza un motto simile: “costruendo nel futuro, rispettando il nostro passato”; un concetto un po’ banale.

Hanno però una collezione vasta e di tutto rispetto, focalizzata soprattutto sui divers. I movimenti all’interno degli orologi sono sia giapponesi che svizzeri e il prezzo da pagare per avere un orologio è veramente molto basso, sui 500$; tuttavia, hanno alcuni modelli con calibri più blasonati, con prezzi che arrivano anche a 2.000€. La particolarità sta nel proporre i loro modelli fine serie a prezzi veramente bassissimi, nell’ordine dei 100$-120$.

OAK & OSCAR

Azienda fondata nel 2015 con base a Chicago, si caratterizza per la semplicità dei propri orologi e per la caratteristica lancetta dei secondi con il logo della Casa a fare da contrappeso a un’estremità. La loro collezione è abbastanza completa, dai solo tempo ai cronografi, ai GMT e ai diver, quest’ultimi di chiara ispirazione vintage.

Il loro stile è gradevole, semplice, senza mai essere banale.

I movimenti dei loro segnatempo sono automatici, prevalentemente base ETA a eccezione dei cronografi che sono Eterna e dei GMT (in questo momento sold out) che sono alimentati da un calibro Soprod.

I loro prezzi vanno dai 1300$ ai 3000$; non poco per un microbrand.

LORIER

Altro brand americano quello di Lorier, questa volta con base a New York, gestita a livello familiare. Si caratterizzano anche loro per un design semplice che richiama vecchi stili del passato. La loro collezione è composta da soli tre modelli, un solo-tempo, un diver e un cronografo; tutti montano movimenti meccanici giapponesi Miyota della serie 9. La loro filosofia è quella di produrre degli orologi dal design semplice e soprattutto democratici (quest’ultimo pensiero è molto comune nei microbrands), infatti i loro prezzi si aggirano intorno ai 499$ (circa 440€ al cambio attuale).

CONCLUSIONI

Come già detto nel precedente articolo, il mondo dei microbrands è fatto di innumerevoli marchi e di nuovi ne nascono quasi ogni giorno. Sarebbe impossibile poter elencarli tutti quanti. 

Per molti possono essere solo aziende dedite al mero assemblaggio di componenti creati secondo il proprio stile e per certi versi questo può essere vero; tuttavia, tanti di questi marchi tentano di fare il passo successivo per entrare nel mondo dell’orologeria che conta anche se in pochissimi riescono veramente. Personalmente a me piacciono i microbrand perchè consentono agli appassionati di orologi di poter godere di pezzi meccanici comunque di pregio ma a prezzi veramente ragionevoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>