IL CONNUBIO FILM E OROLOGI

Sfido chiunque a trovare un film dal grandissimo seguito mediatico che non metta in evidenza almeno un orologio realizzato o offerto per l’occasione.

Famosissimi gli Omega di James Bond (l’ultimo è stato realizzato per il 50° anniversario di “Al servizio segreto di sua Maestà”) oppure il classico Casio con calcolatore CA-53W di Ritorno al Futuro.

Tuttavia, la Maison che vanta un numero incredibile di collaborazioni cinematografiche è senza dubbio Hamilton con oltre 500 titoli, tra cui “Interstellar”, che ha dato alla luce il modello Murph Auto, contraddistinto dalla parola “Eureka” in codice Morse laccata sulla lancetta dei secondi; gli orologi creati apposta per Stanley Kubrick per le riprese di “2001: Odissea nello spazio” oppure quello indossato da Mark Watney, magistralmente interpretato da Matt Damon, protagonista del film di Ridley Scott “The Martian”.

Hamilton film Tenet

La passione di Hamilton per il cinema continua fino ai giorni nostri, stavolta con un nuovo film, in uscita il 26 Agosto, la cui regia è affidata a Christopher Nolan, dal titolo “Tenet”. Il protagonista del film, interpretato da John David Washington, si troverà coinvolto in una missione di spionaggio internazionale.

La creazione di un orologio per questo film ha impiegato ben 18 mesi di lavoro tra design, tecnicismi, test e produzione.

Avete notato che “Tenet” è una parola palindroma? Si, è un dettaglio importante che riguarda l’orologio di questo articolo, l’Hamilton BeLOWZERO Auto – Limited Edition disponibile in due versioni; continuando la lettura scoprirete il perché.

LE CARATTERISTICHE DEL BeLOWZERO DI TENET

Hamilton film Tenet

Cassa dalle dimensioni molto generose con i suoi notevoli 46 mm di diametro. Realizzata in titanio con trattamento PVD nero, caratteristiche che ne rendono l’aspetto Hard to die, come mi piace definirlo.

Anche la ghiera è nera, continuando lo stile dell’orologio di “diver tattico”. Questa si adagia sulla cassa dalla forma più quadrata con ai quattro angoli delle viti che incrementano il senso della sua impermeabilità di 1000 metri. La garanzia della resistenza alla pressione è garantita dalla presenza di una corona a vite che risiede all’interno di spallette che si estendono su tutto il fianco dell’orologio.

Il vetro che monta questo segnatempo è ovviamente uno zaffiro con trattamento antiriflesso, un must per orologi di questo genere.

Il cinturino non avrebbe potuto che essere in caucciù e si presenta con delle striature che si estendono per tutta la sua lunghezza. Il nome del marchio Hamilton appare esteso sulla lunghezza delle anse da 24 mm.

Hamilton film Tenet

Per finire, il quadrante, di colore nero opaco si caratterizza da un rehaut dei minuti e un giro delle ore con numeri arabi di colore grigio. Le sfere di ore e minuti sono a freccia con una particolare lavorazione sulla punta. Sia indici che sfere sono riempiti di SuperLuminova di colore girgio.

L’unica cosa che varia riguarda la lancetta dei secondi che, in base alla versione scelta, può essere di colore blu o rosso, che rappresentano i colori del film; il perché di queste colorazioni purtroppo non posso descriverlo in quanto dovremmo vederlo al cinema per capirlo.

Hamilton film Tenet

Tuttavia, posso svelarvi il perché l’essere palindromo del titolo del film è un dettaglio rilevante in questo orologio; perché entrambe le versioni sono prodotte in serie limitata da 888 pezzi, un numero che, come la scritta Tenet, può leggersi da destra o da sinistra rimanendo perfettamente immutata.

IL MOVIMENTO

Ad alimentare la marcia dell’orologio ci pensa il collaudato calibro di Hamilton H-10 che non è altro che un Powermatic 80, base ETA 2824-2 con spirale in silicio al quale è stato ridotto il numero di alternanze orarie (che passa da 28.800 a 21.600) per migliorare la riserva di carica (che passa da 38 ore a 80 ore).

In questo tipo di movimento il numero dei rubini rimane invariato rispetto all’ETA 2824 e lo scappamento è nella sua versione standard. Altri movimenti Powermatic 80 montano uno scappamento in materiale sintetico e 23 rubini ma non è questo il nostro caso.

CONCLUSIONI

Dico subito che non rientra nelle mie corde in quanto le dimensioni mi sembrano troppo esagerate e non amo molto il PVD negli orologi.

Anche la forma non mi entusiasma tantissimo, troppo militaresca, d’assalto.

Che sia un diver dalle prestazioni notevoli, non c’è alcun dubbio e lo dimostra la resistenza fino a 1000 metri di profondità. 

Oltretutto l’orologio non è proprio identico a quello del film in quanto in questo manca il display digitale che invece si vedrà nella pellicola. Infatti l’edizione speciale realizzata per il film e venduta al pubblico è animata da un movimento automatico.

Hamilton film Tenet

Dal punto di vista del marketing posso fare solo i complimenti all’azienda di casa Swatch che presenta le confezioni in due scatole colorate di rosso o di blu, realizzate dallo scenografo del film Tenet, Nathan Crowley, in base alla versione che si decide di acquistare.

Nutro anche qualche dubbio dal punto di vista del prezzo; infatti, viene proposto al grande pubblico a una cifra di 1945 euro, che sinceramente trovo decisamente alta. va bene che stiamo parlando di una edizione limitata, va bene che vanta delle finiture e caratteristiche di alto livello (PVD, 1000 metri di profondità, cassa in titanio, vetro zaffiro ecc…) ma un calibro Powermatic 80 a questo prezzo proprio no.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>