CHI È D1 MILANO

D1 Milano è un brand nato nel 2013 che realizza orologi, definiti dall’azienda stessa “globalmente Made in Italy”; si, perché il marchio, pur essendo italiano, vanta uffici in tre Paesi (Milano, Dubai e Hong Kong) e ambisce alla ridefinizione di quello che è il Made in Italy senza necessariamente considerare solo la provenienza dei componenti (cinesi) ma l’approccio “italiano”; questo perché chi lavora all’interno di D1 Milano deve essere italiano o essere stato in Italia per almeno tre anni o averci lavorato per almeno tre anni.

Una concezione filosofica di intendere il Made in Italy all’interno di un contesto globalizzato.

D1 Milano

La provenienza cinese dei componenti non significa necessariamente scarsa qualità dei prodotti; anche in Cina ci sono aziende altamente specializzate in grado di fornire caratteristiche tecniche di alto livello e l’azienda si affida solo a quelle migliori.

Infatti i loro valori aziendali si rispecchiano nell’alta qualità dei materiali impiegati, attenzione ai cromatismi e focus sui dettagli.

La giovane età di D1 Milano rispecchia in pieno quella del suo fondatore, Dario Spallone, capace di creare un marchio dalla forte impronta social con circa 400K followers ma soprattutto un network che conta 657 rivenditori e 5 flagship store in 31 nazioni con una vendita online che si estende su 118 Paesi.

Possiamo considerare gli orologi sicuramente dei fashion watches e infatti la direzione aziendale è molto chiara su questo. Ciò li colloca nel settore “fashion” è il fatto di avere, nonostante la grandissima scelta di modelli, un solo stile, quello tipico degli anni Settanta, in diverse combinazioni di colori, movimenti e finiture.

Ma allora è un orologio da acquistare? 

Scopriamo prima come si presenta e alla fine daremo un giudizio.

CARATTERISTICHE E DETTAGLI

D1 Milano

Lo stile è quello tipico degli orologi con bracciale integrato, design anni Settanta che strizza l’occhio a Gérald Genta.

Cassa in acciaio satinato egregiamente di 41,5 mm di diametro per 11,5 mm di spessore e, anche se irrilevante nelle casse con bracciale integrato, un lug to lug di circa 50 mm; Nonostante le dimensioni non siano eccessive, al polso si percepisce tutta la sua presenza, soprattutto se la circonferenza è piccola.

Diciamo subito che non appena si apre la scatola che rivela l’orologio, questo non sembra affatto cheap, anzi tutt’altro; la lavorazione satinata crea un bellissimo contrasto con quella lucida delle smussature sulla lunetta poste ai quarti della stessa. Inoltre vorrei evidenziare anche il gioco di forme della carrure esagonale sulla quale poggia la lunetta ottagonale; un ottagono ammorbidito dalle curvature create dallo smusso sui quattro lati dello stesso.

D1 Milano

Continuando il gioco delle forme, al centro della lunetta, si inserisce circolare il vetro minerale con antiriflesso blu.

La corona di carica è a vite, esagonale, e offre un grip abbastanza soddisfacente e posso sicuramente affermare che la carica si percepisce molto bene.

Come la lunetta anche il fondello è ottagonale, in acciaio, con otto viti di fissaggio, segno di un accurato focus sui dettagli; il logo D1 Milano invece è inciso a laser.

Il bracciale integrato suggerisce la mancanza di possibilità di intercambiabilità con cinturini di terze parti. Anch’esso in acciaio satinato verticalmente, è fissato alla carrure con dei perni a vite e presenta dei biselli ai lati delle maglie, fissate invece da perni a pressione.

Ottimo bracciale la cui caratteristica è la totale scomparsa della chiusura a doppia deployante; se non fosse stato per il logo delicatamente inciso non si sarebbe distinta dal resto delle maglie.

L’interno della chiusura del bracciale è molto solido e non presenta alcuna decorazione.

D1 Milano

IL PACKAGING DI D1 MILANO

Non sono rimasto molto colpito dal packaging nonostante mi sia stato presentato con un elegante fiocco con nastro nero in raso con la scritta D1 Milano in grigio antracite.

Si tratta semplicemente di un cartone di colore bianco con logo in rilievo sulla parte superiore; all’interno trova alloggio l’orologio su un cuscino in velluto inserito su una cornice anch’essa in velluto grigio. Sicuramente si potrebbe fare di meglio.

IL QUADRANTE

Di un nero intenso e opaco si mostra il quadrante di questo Automatic Silver Bracelet che regala un bell’effetto di profondità. Molto semplice ed essenziale si compone di un giro delle ore con indici a bastone sfaccettati e applicati così come le sfere sempre a bastone e con un accenno di sfaccettatura;

D1 Milano

a ore 3 si può notare la finestrella data, all’interno della quale risalta la stessa di colore bianco su fondo nero mentre rispettivamente a ore 12 e 6, troviamo il logo D1 Milano e la scritta automatic, entrambi in bianco.

Davvero tutto molto elegante e lavorato in maniera impeccabile.

D1 Milano

IL MOVIMENTO

Il motore di questo orologio è il diffusissimo Seiko NH35, un movimento entry level ma affidabilissimo dal punto di vista della marcia.

Con 24 rubini e 21.600 A/h garantisce una riserva di carica di circa 41 ore e nonostante la casa dichiari una differenza giornaliera di -20/+40 secondi, ho potuto notare uno scarto di +5 secondi.

Ovviamente dobbiamo prendere il movimento per quello che è, un calibro base senza troppe pretese; non a caso molti lo definiscono proprio “un muletto da combattimento”.

I DUBBI E I CHIARIMENTI

Inizialmente avevo molti dubbi sul marchio e sull’orologio in questione come avevo già menzionato in un precedente articolo.

Alcuni dubbi sono stati spazzati via perchè l’orologio è davvero molto molto bello esteticamente; anche sul livello qualitativo delle finiture non si discute assolutamente. Può vantare un acciaio di primissima qualità, un mix di lavorazione satinata e lucida di prim’ordine e il bracciale davvero notevolmente ben rifinito.

D1 Milano

Altri dubbi mi sono stati chiariti direttamente dall’amministratore di D1 Milano, Dario Spallone.

Questi riguardavano anzitutto la mancanza di vetro zaffiro e su questo punto mi ha fatto notare come la grande maggioranza degli orologi lo montino già e su molti, nonostante la dicitura di vetro minerale, in realtà si tratta di zaffiro.

L’altro dubbio chiarito riguardava il movimento e il perchè non si consideri la possibilità di metterne uno svizzero; semplicemente perchè il target dell’azienda è quello del fashion e di chi cerca un orologio esteticamente bello e ben fatto che non bada tanto al calibro interno ma anche di chi già possiede diversi orologi in collezione, pure importanti, e cerca semplicemente un segnatempo ben curato senza particolari tecnicismi da utilizzare giornalmente senza troppi pensieri.

Nonostante tutto, e le spiegazioni ricevute durante questa breve conversazione, D1 Milano ha in serbo diverse novità e miglioramenti, molti basati sui feedback degli utenti, segno di una continua ricerca e vision aziendale.

CONCLUSIONI

Alla domanda se comprare o meno l’orologio, posso sicuramente affermare che questo dipende da cosa si cerca. Se la finalità è quella di avere un accessorio bello esteticamente oppure un secondo orologio da affiancare a uno o molti altri importanti, allora la risposta è SI; se la ricerca si basa sulla raffinatezza del movimento, bisognerebbe sicuramente esplorare altri porti.

Parliamo, in questo caso, semplicemente di un accessorio dalle fattezze estetiche notevoli e dettagli di pregio da sfoggiare per quello che è, ovvero un orologio fashion.

Il prezzo dell’orologio in questione è di 545€ e nonostante il movimento base devo contraddire me stesso su un precedente articolo in cui sostenevo la tesi dell’alto costo rispetto al movimento. Questo potrebbe anche essere vero ma avendolo provato, posso capire su cosa si basi il suo prezzo, ossia sui materiali di qualità, sulle ore di lavoro di finitura e, capendo le dinamiche interne di un’azienda, sui costi da sostenere per mantenere un network di dipendenti e fornitori, che seppur cinesi questi ultimi, vi posso assicurare non hanno fatto della “cinesità” (come la intendono in molti) il loro stile aziendale. 

Devo dire che al polso a me piace, non dà la sensazione di essere un prodotto economico. Si rivolge principalmente a quella fetta di persone interessate a un orologio meccanico visivamente bello, di qualità e dal design interessante con buona pace dei puristi dell’alta orologeria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>