UN PO’ DI STORIA DELLA MAISON

Certina è un marchio storico, adesso parte del Gruppo Swatch, fondato a Grenchen nel 1888 dai fratelli Kurth, Adolf e Alfred. Inizialmente la produzione non riguardava gli orologi ma solo componenti per questi prodotti.

Solo dopo 18 anni, precisamente nel 1906, la Maison svizzera dà vita ai primi orologi col nome “Grana”, abbreviativo di “Granatus”, termine latino che indica la città di Grenchen.

Dal 1938 in poi venne utilizzato il nome Certina, anche questo ricavato dal latino “Certus”, sinonimo di certezza e affidabilità. Questo marchio divenne la ragione sociale dell’azienda che trasformò appunto il nome da Kurth Freres SA a Certina nel 1955.

Come tutti sappiamo, durante gli anni Settanta, tra la sparizione di molte aziende per colpa della “crisi del quarzo”, Certina entra a far parte della GWC (General Watch Company) insieme a Edox, Longines, Eterna, Rado, Rotary, Mido e altre al fine di consolidare i loro sforzi nel 1971; questo gruppo di marchi faceva parte della holding ASUAG (Allgemeine Gesellschaft der schweizerischen Uhrenindustrie AG) che a sua volta si fuse con SSIH (Société Suisse pour l’Industrie Horlogère) nel 1983 dando vita a una nuova holding, la Société de Microélectronique et d’Horlogerie (SMH), rinominata in seguito col nome di Swatch Group.

A Certina possiamo sicuramente attribuire la realizzazione del primo orologio capace di leggere i bioritmi umani, il Biostar, nel 1971 ma soprattutto la nascita del DS (acronimo di Double Security) nel 1959, un sistema per aumentare la protezione contro gli urti e resistenza all’acqua.

La linea DS è una di quelle che resistono ancora ai giorni nostri, seppur con moltissime migliorie figlie del tempo; l’orologio di cui parleremo è appunto il DS-1 nella versione Big Date (Certina DS-1 Big Date).

CARATTERISTICHE DEL CERTINA DS-1 BIG DATE

Iniziamo col dire che la cassa è in acciaio lucido 316L, nessuna satinatura sui suoi 41 mm di diametro circa e 11,90 mm di spessore (12,4 mm con vetro bombato) mentre il lug to lug è di circa 49 mm. Il suo aspetto è ammorbidito da forme curvilinee, comprese quelle delle anse che, viste di lato, assomigliano a degli artigli.

Certina DS-1 Big Date

La forma è quella classica di un dress-watch dalla sagoma perfettamente tonda e una lunetta leggermente bombata, vetro zaffiro con antiriflesso su un lato e con corona tipicamente a ore 3 con logo in rilievo. La pressione dichiarata dalla Maison è di 100 metri ma su un orologio di questo genere non credo che sia un dettaglio importantissimo.

Certina DS-1 Big Date

Il fondello a vite mostra l’oblo da cui è possibile ammirare il movimento con tutte le indicazioni principali incise sull’anello esterno.

Il quadrante è di una semplicità assoluta, di colore nero o blu soleil degradé, mostra un rehaut dei minuti stampato in bianco e un giro delle ore con indici lucidi sfaccettati cuneiformi applicati e sfere dauphine sempre lucide e sfaccettate.

Certina DS-1 Big Date

Ciò che caratterizza il quadrante, e ne dà il nome al modello, è la presenza delle due finestre grande data con cornice lucida e l’indice a ore 6 a diamante.

Certina DS-1 Big Date

Due sono le possibilità di bracciale e cinturino, il primo a cinque maglie con lavorazione satinata su quelle esterne e lucida su quelle interne con chiusura a farfalla dove troviamo la scritta Certina incisa; il secondo invece è in pelle con sistema di rilascio rapido e fibbia ad ardiglione nei colori nero o marrone.

IL MOVIMENTO

Come ormai ampiamente utilizzato sugli innumerevoli orologi di Swatch Group, anche in questo caso, per questo Certina DS-1 Big Date, ci troviamo di fronte al Powermatic 80, un calibro sviluppato su base ETA 2824 e nello specifico la sua referenza è C07.651 il che ci dice che il numero di rubini è di 25, proprio come il 2824 ma quello delle alternanze l’ora è di 21.600, caratteristica che alza la riserva di carica a 80 ore.

La spirale utilizzata sul bilanciere è in Nivachron su una base in titanio, un materiale innovativo sviluppato per aumentare la resistenza ai campi magnetici, alle variazioni di temperatura e agli urti.

CONCLUSIONI

Mi meraviglia il fatto di non trovare rivenditori in Italia sullo store locator di Certina; non ne capisco sinceramente il motivo.

Essendo ormai un marchio importante di Swatch Group, nonostante il ridotto appeal rispetto agli altri brands quali Tissot, Mido, Hamilton e Rado, mai mi sarei aspettato di non riuscire a trovare rivenditori in Italia.

Per me, sia per la storicità del marchio, sia per il fatto di appartenere a uno dei gruppi più importanti dell’orologeria, considero Certina come una di quelle case da tenere sicuramente in considerazione per la presenza di pezzi interessanti in collezione, di qualità e che non hanno nulla da invidiare agli altri orologi delle varie aziende del gruppo.

Nello specifico trovo interessanti tutti gli orologi della linea DS, collezione che ha compiuto proprio 60 anni; dress-watches dalle forme pulite a prezzi molto competitivi. I costi degli orologi oggetto di quest’articolo vanno da circa 740 euro della versione con cinturino a 770 euro della versione con bracciale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>