ASPETTI GENERALI

NH35

Forse può essere considerato uno dei calibri più diffusi all’interno di orologi entry-level, stiamo parlando del movimento NH35.

Prodotto da Seiko Instruments, è l’evoluzione di quello che fu un altro celebre calibro di fascia bassa, il Seiko 7S26, montato sulla serie Seiko 5 di qualche tempo fa.

In realtà il vero nome del movimento è 4R35, introdotto circa nel 2011; NH35 è il codice dato allo stesso quando questo riguarda la fornitura a terzi.

A livello estetico non si discosta molto dal suo predecessore, rimanendo abbastanza spartano nella sua presentazione; tuttavia porta con sé diverse migliorie come il fermo macchina e la carica manuale.

Questo calibro differisce, all’interno della stessa serie dal NH36 (che altro non è che un 4R36) per la sola complicazione day/date che quest’ultimo ha.

NH35

Per essere più schematici, il NH35 (4R35) è un calibro automatico dotato di data, fermo macchina e carica manuale. Spesso viene chiamato anche NH35A come a identificare la derivazione 4R35A (prima serie).

la dicitura NH identifica quei calibri di fornitura “di base” da parte di Seiko, la stessa casa applica la dicitura NE per distinguere, invece, quelle forniture della serie premium.

CARATTERISTICHE

Partiamo subito dalle sue dimensioni, che sono: 27,40 mm di diametro e 5,32 mm di spessore.

Il suo movimento è automatico con rotore bidirezionale e si compone di ore, minuti, secondi centrali e data; come detto prima è dotato di fermo macchina e carica manuale (per una carica completa sono necessari circa 55 giri della corona).

Si compone di 24 rubini e con 21.600 A/h garantisce una riserva di carica di circa 41 ore.

È inoltre dotato di sistema antishock proprietario Seiko, il Diashock e il suo scarto giornaliero dichiarato dalla casa è di circa -20/+40 sec. al giorno calcolato su tre posizioni ma non è difficile trovare calibri NH35 tarati in maniera migliore con scarti molto ridotti. 

Nonostante sia un movimento giapponese, è possibile trovare questi movimenti prodotti in Malesia oltre che in Giappone.

Una curiosità finale che deriva direttamente dal foglio delle specifiche tecniche di Seiko, riguarda la misurazione dello scarto giornaliero; Seiko consiglia di effettuare la misurazione solo dopo la carica completa del movimento ed entro un intervallo di tempo che va dai 10 ai 60 minuti dalla piena carica.

Per approfondimenti, è possibile scaricare le guide e i manuali del movimento qui di seguito

CONCLUSIONI

Un movimento che nella sua basicità ed economicità riesce comunque a garantire una buona funzionalità; non a caso è uno dei movimenti più presenti negli orologi entry-level.

Il nome Seiko inoltre può essere considerato un valore aggiunto. Forse l’apparenza non è delle migliori ma il risultato finale non fa rimpiangere la mancanza di lavorazioni estetiche di pregio.

Il suo utilizzo è molto popolare soprattutto nei microbrands e può essere considerato a tutti gli effetti il diretto concorrente di un altro calibro, il Miyota 8215.

Sono diversi i brand che si affidano al movimento NH35 e qui di seguito troverete un piccolo elenco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>