Basandosi sul successo del C1 Moonglow (il dress-watch più venduto del marchio nonché il primo a introdurre l’ultra luminosità in questa categoria), e della serie Worldtimer, Christopher Ward colpisce di nuovo con il quadrante del “C1 Worldglow”. Possiamo definirlo davvero come qualcosa di veramente speciale, altro esempio dell’approccio innovativo della Casa inglese al design del quadrante.

Questa categoria ‘bagliore’ è sicuramente qualcosa che stiamo iniziando a possedere. Semplicemente vogliamo essere più audaci e coraggiosi di chiunque altro, e la creazione di una nuova categoria ne è un perfetto esempio“, afferma Mike France, CEO e co-fondatore di Christopher Ward.

Alle parole di prima aggiunge: “Ho amato tutti i nostri orologi Worldtimer, ma il C1 Worldglow è il timer mondiale più emozionante che abbiamo lanciato finora“.

CARATTERISTICHE DEL C1 WORLDGLOW

C1 Worldglow

Christopher Ward ci ha abituati a delle casse fatte veramente bene, con dettagli di rilievo e una bella combinazione di giochi di luce creati da biselli lucidi e dalle parti satinate; da notare soprattutto una rilevante spazzolatura longitudinale sui fianchi della carrure.

C1 Worldglow

Le dimensioni dell’orologio non sono proprie dei dress-watches anche se la forma non lascia spazio a dubbi. Il diametro è di ben 43,50 mm ma lo spessore di soli 11,55 mm con un lug to lug importante di 51,90 mm; di certo non è un campione di indossabilità se teniamo conto solo delle sue misure ma viene senza dubbio moderata dalla magistrale lavorazione della cassa in acciaio che camuffa l’effettiva dimensione complessiva.

C1 Worldglow

Il vetro zaffiro bombato con trattamento antiriflesso domina la parte frontale dell’orologio mentre quella posteriore si caratterizza per un fondello fissato da quattro viti in corrispondenza delle anse e formato da un anello circolare su cui sono incise tutte le informazioni principali e da un oblò centrale che mostra il calibro in funzione.

C1 Worldglow

La corona a ore 3 è la classica utilizzata da Christopher Ward, con il logo a doppia bandiera inciso al laser; tuttavia, questa è solo a pressione e nel complesso garantisce una impermeabilità di tre atmosfere, sufficienti contro gli schizzi.

Completa il cinturino disponibile in due versioni, maglia milanese o pelle “shell cordovan” italiana con chiusura deployante e pin di rimozione rapida.

IL QUADRANTE “LUMINOSO”

C1 Worldglow

La particolarità del C1 Worldglow è incentrata soprattutto sul suo quadrante. I suoi strati multipli mostrano una mappa tridimensionale del mondo. Lo strato di base è stato rivestito in Super-LumiNova di grado X1 BL C1 per emettere un magico bagliore simile al neon in condizioni di scarsa illuminazione, mentre il secondo, in zaffiro, si trova sopra e ha le aree oceaniche della mappa stampate sul lato inferiore: l’effetto è davvero sorprendente quando il lume si “accende” all’apparire del buio. La mappa sottostante lo zaffiro si accende permettendoti di utilizzare l’orologio al suo pieno potenziale in condizioni di scarsa illuminazione (da qui il nome Worldglow).

C1 Worldglow

La lunetta sulla parte più esterna è leggermente bombata indica il nome di 24 città, ciascuna corrispondente a un fuso orario diverso. L’utilizzo della funzione timer mondiale è semplice: basta allineare il disco GMT delle 24 ore mobile con la lunetta esterna sull’ora della propria zona in modo da avere l’ora di tutte le città a colpo d’occhio.

Per individuare un fuso orario in particolare sul quadrante del nuovo C1 Worldglow, è sufficiente ruotare la corona per spostare il “selettore di città” in rosso su una delle zone oggetto del monitoraggio. Questa è una soluzione che colpisce anche in condizioni di scarsa illuminazione grazie al contrasto che si crea con la luminosità dell’orologio.

Inutile sottolineare che anche le sfere sono riempite della stessa Super-LumiNova regina di questo segnatempo.

IL MOVIMENTO

Ad alimentare questo meccanismo è il movimento automatico JJ03, il terzo dei calibri JJ di Christopher Ward, una versione modificata del Sellita SW330, uno degli automatici GMT più diffusi nel settore dell’orologeria.

Questo movimento alimenta anche il disco GMT; un sistema che consente di monitorare i 24 fusi orari contemporaneamente grazie, appunto, al modulo aggiuntivo sviluppato in-house implementato dalla Maison.

Il calibro in question conta 25 rubini e si muove al ritmo di 28.800 alternanze orarie garantendo una riserva di carica di circa 42 ore. Nonostante le specifiche sullo scarto medio giornaliero di +/-20 secondi, è davvero difficile riscontrare scarti così elevati.

Peccato solo per la mancanza di finiture in generale; sembrerebbe un movimento spartano se non fosse per la presenza del rotore personalizzato in DLC (carbonio come diamante) rifinito con la doppia bandiera incisa.

CONCLUSIONI

C1 Worldglow

Chi dice che Christopher Ward sia ancora un microbrand sbaglia di grosso. La sua presenza nel mondo dell’orologeria da oltre quindici anni, la creazione di moduli in-house come questo del C1 Worldglow e la qualità costruttiva insieme alla ricca varietà di modelli, lo rendono un marchio che merita una collocazione diversa nel settore degli orologi.

L’orologio in questione dimostra anche la furbizia del brand, maturata grazie all’esperienza, nel saper camuffare la dimensione generosa con abili lavorazioni sulla cassa.

L’unica cosa che non mi piace particolarmente è la mancanza di una rete distributiva per scelta aziendale; cosa che al momento gli consente di mantenere dei prezzi più democratici rispetto al valore offerto; tuttavia, a mio avviso fa perdere la bellezza dell’esperienza di acquisto al cliente.

Nonostante tutto, la presentazione dei suoi modelli via web è molto soddisfacente; lo dimostra l’attenzione e la qualità della descrizione dei suoi pezzi e quello oggetto di questo articolo non è da meno.

Ritornando al discorso dei prezzi democratici, il costo del C1 Worldglow è fissato in 2.100 euro per la versione con cinturino in pelle e 2.160 euro per quella con maglia milanese.

A mio avviso una cifra onesta se consideriamo il fatto che il calibro di base è un top di gamma al quale è stato addirittura aggiunto un modulo interamente costruito in-house.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>