IL MOONWATCH E APOLLO 15

Prototipo Lunar Pilot "Moonwatch"

Anno 1971, missione spaziale Apollo 15, il comandante David Scott è a capo della spedizione e pochi mesi prima riceve un prototipo di orologio che Bulova progettò per le esperienze nello spazio.

L’orologio ufficiale delle missioni spaziali della Nasa era l’Omega Speedmaster, noto per l’affidabilità riscontrata nei test per lo spazio. In quella specifica missione però qualcosa andò storto; durante la trasferta lunare, il vetro in esalite che equipaggiava lo Speedmaster si perse, costringendo David Scott all’utilizzo del Bulova Lunar Pilot. Questo episodio lo rese a tutti gli effetti il concorrente del “Moonwatch” di Omega.

La forma del Bulova Lunar Pilot, l’altro Moonwatch, era molto simile a quella dello Speedmaster e Il movimento montato per la missione era un meccanico di Universal Genève. Dal prototipo del 1971 alla realizzazione in serie sono trascorsi 45 anni perché la Casa decise di produrlo solo a partire dal 2016, subito dopo l’incredibile asta del 2015, che vide l’originale Lunar Pilot della missione battuto per una cifra record di 1.625.000 di dollari e un risalto mediatico non indifferente.

COM’È IL CUGINO DEL MOONWATCH

Il cugino del Moonwatch

Partiamo subito ad analizzare le misure. Con i sui 45mm di diametro, lo spessore di 13,5mm, un lug to lug di circa 53mm, di certo non può passare inosservato. Finemente lavorato l’acciaio 316L sabbiato della cassa, presenta una forma leggermente ovalizzata. Molto gradevoli la smussatura della carrure sulle anse e la lavorazione satinata della lunetta, dettagli che fanno percepire la qualità costruttiva dell’orologio.

Sporgenti, lucidi e dalla forma particolare sono i pulsanti cronografici che riprendono quella del prototipo del 1971. La corona, a pressione è anch’essa lucida e mostra il logo a diapason di Bulova.

Dettaglio Cassa Lunar Pilot Moonwatch

Sul fondello, sempre in acciaio, è raffigurato in rilievo il marchio della casa e sotto questo, la commemorazione dell’evento che ha portato questo orologio sulla Luna. L’impermeabilità dichiarata è di 50 metri.

Fondello Lunar Pilot Moowatch

Il vetro che equipaggia l’orologio è uno zaffiro antiriflesso che sporge dalla lunetta, assolutamente piatto; a mio avviso questo potrebbe rappresentare un problema in quanto rende più esposta agli urti una parte delicata. La resistenza ai graffi dello zaffiro non lo rende immune dalle scheggiature provocate accidentlmente. Di ottima fattura anche il bracciale in acciaio e a maglie piene; presenta una chiusura a doppia deployante a farfalla con il logo inciso.

Clasp Deployante moonwatch

IL QUADRANTE DEL LUNAR PILOT

Quadrante Lunar Pilot

Evidente l’effetto 3D del quadrante caratterizzato da tre contatori incavi dei decimi di secondi, dei secondi continui e dei minuti cronografici, tutti con lavorazione guilloché concentrica. La leggibilità nel suo insieme è ottima grazie al colore bianco degli indici applicati e in rilievo sul fondo nero. Lo stesso quadrante si trova su un livello inferiore rispetto alla scala tachimetrica esterna mentre il rehaut, con la scala dei minuti, è incavo come i contatori e a un livello ancora inferiore rispetto al quadrante.

Dettaglio Contatore quadrante

Le lancette sono di colore bianco e presentano del materiale luminescente come gli indici, la luminescenza tuttavia non è molto intensa. Altro dettaglio non comune è la presenza della finestra data tra le ore 4 e le ore 5

Sul contatore dei secondi continui a ore 6 viene riportata la dicitura 262 kHz che rappresenta l’alta frequenza del suo movimento; il movimento netto della lancetta dei secondi appare infatti più veloce dei soliti movimenti al quarzo.

IL MOVIMENTO

Come già detto, il movimento di questo Lunar Pilot è al quarzo ad alta frequenza; questo fa si che l’assoluta precisione sia rispettata con scarti di circa +/-10 sec. all’anno. Unico neo dell’alta frequenza può essere la durata della batteria minore rispetto a un classico quarzo.

CONCLUSIONI

Di certo può essere considerato uno dei migliori orologi al quarzo dei giorni nostri, polso permettendo; si, perché nonostante non abbia dei difetti particolari, non è adatto a tutti. La cura costruttiva e soprattutto la storia che ha da raccontare, lo inseriscono all’interno di quella categoria di orologi di assoluto pregio e che ogni collezionista dovrebbe avere; una vera e propria icona. Non a caso questo Bulova Lunar Pilot è considerato come l’altro Moonwatch.

Il prezzo di questo orologio oscilla tra i 400€ e i 540€. Difficilmente si trovano in commercio orologi a questo prezzo con qualcosa da raccontare e con una qualità di alto livello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>